VARIAZIONE IBAN BANCARIO

Si comunica che  a partire dal giorno 13 Novembre 2017

Le nuove COORDINATE BANCARIE

-DELL'ORDINE AVVOCATI PESARO SONO LE SEGUENTI CREDITO VALTELLINESE:

IBAN: IT54G05216133000000009391907

-DELL'  ORGANISMO DI CONCILIAZIONE E MEDIAZIONE

IBAN: IT22Z0521613300000009391999

 

 

VARIAZIONE TABELLARE TRIBUNALE DI PESARO

In allegato variazione tabellare assegnazione alla sezione penale - dibattimento - a seguito di interpello ex art. 120 circolare tabelle 25/1/2017

Decreto presidenziale n. 3742 del 19/10/2017

allegato

SPOSTAMENTO CANCELLERIE TRIBUNALE DI PESARO 1° novembre 2017

Si comunica che a far data dal 1° novembre 2017 avverrà lo spostamento di alcune cancellerie del Tribunale di Pesaro come da allegata nota

allegato

ASSEMBLEA STRAORDINARIA

Assemblea Straordinaria giovedì 5 ottobre 2017 ore 11/13 Assindustria Pesaro via Cattaneo 34

Delibera adottata

 

ASSEMBLEA STRAORDINARIA

DELL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI PESARO DEL 5.10.2017

DELIBERA

Gli Avvocati del Foro di Pesaro, riuniti in assemblea il giorno 5 ottobre 2017 per deliberare in ordine alla imminente entrata in vigore del D.M 22 settembre 2016,

rilevata la presenza, nella norma in esame, di elementi caratterizzati da gravi criticità e da dubbi interpretativi, che rendono oltremodo difficile una corretta applicazione della stessa;

denunciano

- l’incostituzionalità dell'art. 4 del citato D.M. 22.09.2016, laddove impone l'obbligo di assicurazione per gli infortuni propri dell'assicurato, diversamente dalle altre figure di professionisti il cui obbligo assicurativo è invece genericamente previsto dall'art. 3 co. 5 lett. e) del d.l. n. 138/2011 e del d.p.r. n. 137/2012 (disposizioni che richiedono solamente di stipulare “idonea assicurazione” per i rischi derivanti dall'esercizio dell'attività professionale), finendo di fatto per manlevare lo Stato e/o la Cassa Forense da prestazioni dovute in favore del danneggiato in quanto enti previdenziali;

- l'adozione, da parte delle compagnie di assicurazione, di contratti base che ritengono il massimale ancorato al fatturato comprensivo di IVA, CPA e spese esenti, oneri che notoriamente non vanno a comporre il reddito del professionista, con conseguente illegittimo aumento del premio assicurativo;

- la presenza di disposizioni di dubbia interpretazione, laddove, ad esempio, si impone di assicurare i “dipendenti per i quali non sia operante la copertura assicurativa obbligatoria I.N.A.I.L.”, figura di difficile individuazione;

- la potenziale inutilità di una copertura assicurativa che si sovrappone alle garanzie già fornite da Cassa Forense, come ad esempio l'assistenza indennitaria, i contributi per le spese di assistenza infermieristica, che comporta un ingiustificato onere economico a carico del professionista, il quale in nessun caso potrebbe godere di indennità superiori al valore del pregiudizio subito;

- la difficoltà degli enti legittimati a stipulare convenzioni, bandite secondo il lungo iter della gara europea, in tempo utile per offrire agli iscritti condizioni concorrenziali, secondo quanto disposto dall’art. 12 della Legge professionale;

chiedono

al Signor Ministro della Giustizia la sospensione ovvero la proroga dell'entrata in vigore del D.M. 22 settembre 2016, onde consentire le necessarie modifiche e/o correzioni, nonché gli indispensabili chiarimenti, al dettato normativo;

al Consiglio Nazionale Forense e all'Organismo Congressuale Forense, di promuovere ogni iniziativa utile ed opportuna ad ottenere la richiesta sospensione o proroga.

Si dispone che copia della presente delibera sia inviata al Ministro della Giustizia, al CNF, all'OCF, a tutti gli ordini forensi.

Pesaro, 05 ottobre 2017

Il Consigliere Segretario                                                                                 Il Presidente

f.to Avv. Massimo Stolfa                                                                                f.to Avv. Danilo Del Prete

DECRETO ORLANDO

DECRETO ORLANDO OBBLIGHI ASSICURATIVI

DAL 12 OTTOBRE 2017 IN VIGORE IL DECRETO MINISTERO DELLA GIUSTIZIA 22 SETTEMBRE 2016 - “Condizioni essenziali e massimali minimi delle polizze assicurative a copertura della responsabilità civile e degli infortuni derivanti dall’esercizio della professione di avvocato” (pubblicato in GU Serie Generale n. 238 del 11.10.2016)

Si rammenta ai Colleghi che il prossimo 12 ottobre 2017 entrerà in vigore il Decreto del Ministero della Giustizia n. 238 del 11.10.2016, che stabilisce le condizioni essenziali ed i massimali minimi delle polizze assicurative a copertura della responsabilità civile ed assicurazione obbligatoria dell'avvocato.

QUESTE, IN SINTESI, LE PRINCIPALI NOVITA’

INFORTUNI

Il comma 4 dell’Art 3 della legge prevede l’obbligo assicurativo per ciascun collaboratore, praticante o dipendente per i quali non esista la copertura INAIL.

La copertura insiste durante lo svolgimento della attività professionale / in itinere, e copre le seguenti voci:

-morte;

-invalidità permanente; spese mediche;

-inabilità temporanea

Il decreto prevede altresì che la copertura assicurativa minima per tali voci sia:

per morte (100.000,00 €)

per invalidità permanente (100.000,00 €)

per inabilità temporanea (50,00 € al giorno)

RESPONSABILITA’ CIVILE E PROFESSIONALE

Il decreto ha introdotto alcuni vincoli per le società di assicurazioni ed esattamente:

-Postuma decennale (sono previsti 10 anni di copertura postuma dopo la pensione o la morte dell’assicurato);

-Responsabilità solidale L’avvocato è coperto in caso di danno plurimo (derivante da più professionisti); in questo frangente  è l’assicurazione che eventualmente fa rivalsa nei confronti delle altre compagnie, l’assicurato resta comunque totalmente coperto;

-Retroattività illimitata l’assicurazione copre illimitatamente negli anni dal danno che può essere contestato all’avvocato in qualsiasi momento; ciò che fa fede non è quando lo stesso si è verificato ma quando avviene la richiesta del danno; la stessa deve coincidere con la data di stipula assicurativa;

-Rinuncia al diritto di recesso in caso di sinistro la compagnia assicurativa, laddove ha già coperto un assicurato per un danno, non può esimersi dall’assicurarlo di nuovo.

Comma 7 Art.  1

E’ indispensabile, pena la mancanza di copertura, segnalare su ogni polizza le attività giudicate extra o comunque non consuete.

Ogni Compagnia assicurativa ha l’obbligo di adeguare le proprie polizze l decreto 238 del 22/09/2016 entro ottobre 2017.

Si richiama l’attenzione dei Colleghi sulle MODALITA’ ATTUATIVE di cui all’Art. 5:

“1. Fatta salva l’informazione da rendere al cliente ai sensi dell’art. 12, comma 1, della legge 31 dicembre 2012, n. 247, gli estremi delle polizze assicurative attuative dell’obbligo sono resi disponibili ai terzi senza alcuna formalità presso l’Ordine al quale l’avvocato è iscritto e presso il Consiglio nazionale forense, e sono pubblicati sui rispettivi siti internet.

  1. Il presente decreto entra in vigore decorso un anno dalla sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. (e cioè il 12.10.2017, n.d.s.)
  2. Le polizze assicurative stipulate in epoca precedente all’entrata in vigore del presente decreto dovranno essere adeguate alle disposizioni in esso dettate.”

Qui di seguito collegamento al decreto Ministero della Giustizia 22 settembre 2016

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2016/10/11/16A07253/sg

Approvato bilancio al 31/12/2016

Relazione del Presidente per il bilancio 2017 più bilancio consuntivo 2016 e preventivo 2017.

relazione-2017.pdf downlaod

Comunicazione NUOVI CODICI IBAN

Si informa che a seguito della fusione di Carifano S.p.a. con Credito Valtellinese il codice IBAN relativo al conto corrente dell’Ordine Avvocati Pesaro è stato modificato come segue:

IBAN :  IT30E0521613303000000000602

 

Decreto legislativo 15 gennaio 2016 n. 8

Disposizioni in materia di depenalizzazione, a norma dell’articolo 2, comma 2, della legge 28 aprile 2014, n. 67.

ALLEGATO Download

Ordinanza consiglio di stato cautelare su tar n. 1351 Del 2015. Spese di avvio

Il Consiglio di Stato, con l’Ordinanza n. 01694/2015, ha sospeso, in via cautelare, l’esecutività della Sentenza del Tar Lazio n. 01351/2015, sul punto relativo alle spese di mediazione, seguendo peraltro la stessa tesi sostenuta dal Coordinamento della Conciliazione Forense. Le spese di avvio, allo stato, sono pertanto dovute da tutte le parti secondo quanto previsto dal DM 180/2010 e successive modifiche.

ALLEGATO Download

Novità convenzione assicurazioni generali

La convenzione delle Assicurazioni Generali è stata aggiornata con il documento “Novità condizioni 2014”.
Tutti i documenti e le convenzioni delle altre compagnie sono visibili nella sezione Convenzioni.

VAI ALLA SEZIONE sezione Convenzioni

Anticipazione parcelle avvocati iscritti all'Ordine relative a difese di ufficio e patrocinio a spese dello Stato

Disponibile per il download il documento relativo l'anticipazione parcelle avvocati iscritti all'Ordine relative a difese di ufficio e patrocinio a spese dello Stato.

20100225_richiesta-anticipazione-su-parcelle.pdf downlaod

www.fondazioneforensepesaro.it

logo ordine avvocati pesaro piede


ORDINE AVVOCATI PESARO

Piazzale Carducci, 12 - 61121 Pesaro

SEDE E CONTATTI

UFFICI


Gli uffici della segreteria sono aperti
al pubblico: dal lunedì al giovedì
dalle ore 9:00 alle ore 12:00

RECAPITI


Tel. +39 0721 30921

Tel. +39 0721 379180 - Mediazione